apple permetterà la riparazione fai da te - il portale web

Esatto, proprio così: Apple abbraccia il “diritto alla riparazione” e ti permetterà di acquistare parti per riparare il tuo iPhone.

Con una mossa sicuramente inaspettata, Apple offrirà l’accesso ai componenti e ai manuali necessari per riparare i suoi smartphone, rafforzando il cosiddetto diritto alla riparazione.

Il nuovo servizio si chiama riparazioni self-service e segna un’inversione di marcia nella recente politica Apple; Fino ad ora, l’azienda ha creato tutti i tipi di problemi per coloro che volevano riparare i propri dispositivi, bloccando di recente le funzioni se cambiassimo lo schermo dell’iPhone 13. In questo modo, l’unico modo per riparare il cellulare è portarlo al assistenza tecnica ufficiale Apple o presso un punto vendita autorizzato.

Forse in risposta alle critiche generate da queste decisioni, oggi Apple ha annunciato un nuovo programma che consentirà agli utenti stessi di acquisire tutto ciò di cui hanno bisogno per riparare i propri dispositivi da soli, e senza dover dipendere da nessuno. Ciò ci consentirà di continuare a utilizzare i cellulari Apple anche se non abbiamo accesso a un servizio tecnico o se il supporto del nostro dispositivo è terminato.

I primi modelli che faranno parte del programma sono i nuovi iPhone 12 e iPhone 13

Gli utenti potranno acquistare le parti necessarie per ripararli direttamente da Apple; durante la prima fase del programma, saranno limitati a quelli che vengono cambiati più frequentemente, come lo schermo, la batteria e la fotocamera.

Successivamente Apple offrirà più componenti e supporterà più dispositivi come i nuovi Mac con processore M1.

Apple conferma però che questo servizio è rivolto a persone che hanno le conoscenze tecniche necessarie per effettuare la riparazione; e che per la maggior parte delle persone sarà comunque meglio andare al servizio.

Ma se non ci dispiace provare a sistemare da soli e abbiamo già un po’ di esperienza, ora avremo accesso alle stesse risorse che hanno i servizi autorizzati; Ciò include i manuali che spiegano i passaggi dettagliati per riparare i dispositivi. Per invogliare questo servizio, Apple concederà anche sconti agli utenti che restituiscono vecchie parti del proprio dispositivo.

Le riparazioni self-service arriveranno prima negli Stati Uniti, all’inizio del 2022

Si prevede di raggiungere altri paesi nel corso del prossimo anno. Sarà interessante vedere come questo movimento influisca sulla futura legislazione sul “diritto alla riparazione”, che stava già prendendo piede negli Stati Uniti e nell’Unione Europea e contro cui Apple ha combattuto, in molte occasioni cercando di influenzare i legislatori.

Apple ha persino affermato nel 2019 davanti al Congresso degli Stati Uniti di non consentire la riparazione dei suoi dispositivi per proteggere gli utenti da un processo “pericoloso”.

Tuttavia, questa posizione non si adatta molto bene alle loro politiche ambientali, con decisioni come rimuovere il caricabatterie dalla custodia dell’iPhone.

Di Marta De Sogus

Sono una giornalista freelance indipendente scrivo di diverse tematiche su portali web generalisti.

error: Content is protected !!