Come curare ipocondria

cosa e ipocondria e come superarla - ilportaleweb

Ascolti o leggi le previsioni del tempo prima di scegliere cosa indossare ogni mattina? Soffri il terrore di ammalarti e di soffrire? Ti senti più sicuro quando ti trovi in ​​un luogo vicino a un ospedale o a un ambulatorio? Forse sei una delle tante persone che sono ossessivamente consapevoli della propria salute.

Queste persone credono di essere malate quando in realtà non lo sono. Se è così, non dovresti arrabbiarti o demoralizzarti. In questo articolo parliamo di cosa si tratta, quali sono i tipici sintomi di allarme e come curare l’ipocondria.

Ipocondria: di cosa si tratta

L’ipocondria è una paura irrazionale associata a un’eccessiva preoccupazione per malattie gravi. In questo senso, un semplice dolore cervicale può essere percepito come una deviazione spinale; un mal di testa può essere confuso con un tumore al cervello…

Se soffri di ipocondria, potresti concentrarti sul funzionamento interno del tuo corpo e finire per credere che tutto ciò che ti accade sia atipico e patologico. Tuttavia, in generale, si tratta di sensazioni corporee che di solito rientrano nei limiti della norma.

Allora cosa c’è che non va in te? Se sei una persona ipocondriaca, quello che succede è che stai interpretando male i segnali del tuo corpo. Tutto questo può impoverire la tua qualità di vita in generale e il tuo rapporto con le altre persone in particolare.

Quali sono i sintomi comuni dell’ipocondria

La maggior parte dei pazienti ipocondriaci presenta uno o più dei seguenti sintomi.

Preoccupazione esagerata per la salute

In effetti, c’è un controllo continuo del corpo con la convinzione che si soffra di qualche grave patologia. E può succedere che se soffriamo di ipocondria in una malattia cronica, come il diabete, tendiamo a pensare di essere inclini ad altre gravi malattie di cui non soffriamo.

Forse ti è capitato di sentire mal di pancia e di arrivare in studio con la certezza di soffrire di un problema digestivo. E poi non succede nulla, è una semplice indigestione. Ma ti resta l’idea che dietro si nasconda qualcos’altro: una malattia. Perché ti succede? Questa eccessiva attenzione al corpo fa amplificare le sensazioni corporee. Qualcun altro al tuo posto aspetterebbe che il sintomo si evolva e poi prenderà un antidolorifico o fisserebbe un appuntamento medico.

Partecipazione non necessaria a visite mediche o servizi di emergenza

Qualsiasi piccolo dolore o una semplice puntura di zanzara sono ragioni sufficienti per correre al centro sanitario più vicino. Hai la piena convinzione che ciò di cui soffri richieda un’attenzione immediata.

Per questo motivo, potresti visitare il medico più del dovuto e persino richiedere esami diagnostici (TC, risonanza magnetica, tamponi o colonscopie) e studi esplorativi (molti dei quali anche spiacevoli) di cui proprio non hai bisogno.

Ricerca incessante di informazioni su varie patologie

L’ipocondria digitale è un dato di fatto. Si stima che la metà degli spagnoli verifichi la propria diagnosi medica su Internet, dove crede di trovare le risposte a tutti i propri dubbi diagnostici. Se ti fermi a pensarci, è possibile che tu l’abbia fatto in qualche momento. È anche comune per le persone ipocondriache leggere di problemi di salute, acquistare riviste specializzate e persino enciclopedie mediche. Sanno quali farmaci vengono usati per curare una miriade di malattie. E proprio per questo pretendono che i loro medici prescrivano loro di tornare a casa più sereni. Per fortuna non succede perché se non c’è malattia non c’è rimedio.

Ansia e umore pessimista sulla salute

Gli ipocondriaci trascorrono l’intera giornata parlando di sintomi fisici anticipando che stanno “incubando” una malattia che sicuramente causerà un dolore lancinante. Tuttavia, sono idee sbagliate causate da un mal di testa o da un raffreddore occasionale.

Comportamenti assimilati nell’infanzia e difficili da “disimparare”

Nessuno diventa ipocondriaco dall’oggi al domani. La vigilanza sulla salute e l’eccessiva preoccupazione dietro una linea di febbre o dolore vengono apprese durante l’infanzia. Nella famiglia di origine vengono assimilati determinati modi di fare, pensare e sentire legati a stati di salute. In quei gruppi in cui il minimo sintomo è considerato un grave problema di salute, è probabile che cresca un futuro ipocondriaco.

Non è qualcosa che si trasmette di generazione in generazione espressamente, ma attraverso le azioni. Una mamma che accompagna continuamente il proprio figlio al pronto soccorso gli fa sapere, non con le parole ma con i gesti, che bisogna prestare molta attenzione al corpo. Che, negli anni, viene interpretata come un’eredità silenziosa che ha conseguenze significative.

Se ti consideri una persona ipocondriaca, sicuramente hai vissuto qualcosa di simile nel tuo ambiente. Tuttavia, non c’è nulla di cui preoccuparsi, devi prendertene cura.

Come curare l’ipocondria

Come primo passo, non scoraggiarti. Successivamente parliamo di una serie di consigli per sapere come curare l’ipocondria:

1. Stai tranquillo

Dipenderà da ciò che assimili come curare con successo l’ipocondria. La serenità è la chiave per abbandonare le idee fisse che ti ancorano a malattie immaginarie e disturbi che non accadranno.

2. Rifletti sull’origine della tua eccessiva preoccupazione per la tua salute

Da dove viene questo terrore di ammalarsi e soffrire? Se presti attenzione, noterai che alcune persone vicine te lo hanno instillato, ma che questo non ha una base logica. Molte persone vivono nella paura di morire; concentrati sulla paura di non vivere pienamente. È un cambiamento radicale di atteggiamento e di prospettiva che ti permetterà, nel tempo, di recuperare la tua qualità di vita e le tue relazioni.

3. Identifica quali sensazioni corporee accendono la miccia della tua preoccupazione

Pensi di soffrire di ipocondria in gravidanza perché pensi che accadrà qualcosa di brutto al tuo bambino? È la testa? Potresti metterlo in relazione con ciò che hai visto al telegiornale molto tempo fa. Sono i reni? Forse hai visto tuo padre soffrire e ti viene il panico a pensarci. Sono le tue ossa? Potresti aver letto che il cancro alle ossa è estremamente doloroso. Ma ha senso pensare di soffrirne? No, e devi esserne consapevole per affrontare il tuo problema e sapere come curare l’ipocondria di cui soffri.

4. Medita e concentrati sul respiro

Non c’è niente che non va nel tuo corpo. Il funzionamento degli organi genera movimenti e disagi occasionali che normalmente non implicano la presenza di una malattia organica. Trova uno stato di calma che ti permetta di continuare a pensare all’origine di quelle idee fantasiose su possibili patologie di cui non soffri davvero. Imparare ad ascoltare il tuo respiro nei momenti in cui ti senti nervoso ti aiuterà a calmarti.

5. Controllare lo stress

Se vuoi sapere come curare l’ipocondria, la prima cosa che dovresti fare è imparare a gestire le tue emozioni per tenere a bada i livelli di stress. Cerca di non prestare così tanta attenzione al corpo. Concentrati su altre cose: la tua famiglia, la tua relazione, il tuo lavoro o le cose che ti piace fare e non fare. Cerca di ritrovare la serenità che ti manca per affrontare il tuo stato ipocondriaco.

6. Affronta la paura, non negarla

È inutile rifiutare la paura. Non è male avere paura; la cosa brutta è che ti paralizza. Pertanto, prendi coscienza di quelle sensazioni corporee che ti preoccupano troppo. Affronta la paura e vai avanti. Anche nella paura, non fermarti.

7. Dai valore al progresso, non importa quanto piccolo

Bisogna avere il coraggio di riconoscere la differenza tra uno stato precedente e uno attuale. L’ipocondria non si è stabilizzata dall’oggi al domani e non lascerà i corridoi della tua mente in nessun momento. Ci vorrà tempo, ma puoi farcela.

8. Chiedi aiuto

A volte leggere l’auto-aiuto o guardare video stimolanti non è abbastanza. Se non sei in grado di superare il tuo problema; Se questi consigli non ti bastano per migliorare, uno psicologo specializzato potrebbe aiutarti. Non esitare per un secondo. Un professionista, meglio di chiunque altro, sa curare l’ipocondria.

Redazione

Il Portale Web è un sito di informazione, trattiamo diversi argomenti di utilità per i nostri lettori. Siamo sempre alla ricerca di nuovi redattori. Contattaci se vuoi collaborare con noi

cosa e ansia e come superarla - ilportaleweb
Salute e benessere

Ansia: cosa è e come trattarla

Cos’è l’ansia? L’ansia è un’emozione normale, come la gioia o la tristezza, e come tale ha una funzione positiva per noi, che è quella di avvisarci di qualche pericolo in modo da poter reagire in tempo e proteggerci. Muoversi a livelli moderati di ansia, infatti, ci permette di essere sufficientemente motivati ​​e attivati ​​per affrontare […]

Read More
Alimenti che aiutano a ridurre la cellulite - ilportaleweb
Curiosità Salute e benessere

Alimenti che aiutano a ridurre la cellulite

È possibile evitare o ridurre la cellulite? Questa domanda, che sicuramente ti è mai passata per la mente, ha una risposta affermativa. Anche se una volta che appare è difficile liberarsene, buone abitudini alimentari e di vita possono prevenire la comparsa della temuta cellulite, o migliorarla. Secondo gli esperti, sebbene la cellulite sia tecnicamente “un’infiammazione […]

Read More
olio di palma dannoso per la salute - ilportaleweb
Curiosità Salute e benessere

La veritá sull’olio di palma

Se guardi con attenzione gli scaffali di un supermercato, vedrai che ci sono diversi prodotti la cui etichetta può leggere “senza olio di palma”. Cosa significa questo? Per cominciare bisogna sapere cos’è questo tipo di olio, che viene prodotto attraverso i frutti della palma africana Elaeis guineensis ed è attualmente uno dei principali oli utilizzati […]

Read More
error: Content is protected !!