Salute e benessere

Cos’è un intervento di Mastoplastica additiva?

La mastoplastica additiva verona, o in altre parti d’Italia, è un intervento di chirurgia plastica indicato per migliorare l’aspetto dei seni e donargli plasticità e volume aumentandone le dimensioni, senza rinunciare ad un risultato naturale sia alla vista che al tatto.

In questi interventi, vengono posizionate delle protesi in gel di silicone che consentono di ottenere dei risultati e delle consistenze più vicini alla naturalezza.

Perché sottoporsi ad una Mastoplastica additiva?

Ci sono tante cause che si possono celare dietro ad una richiesta di preventivo per una mastoplastica additiva. Il primo fra tutti è il disagio verso le dimensioni ridotte del proprio seno. Molto evidente durante l’acquisto di abbigliamento della taglia adeguata presentano un vuoto all’altezza del seno, causando molte volte l’abbandono la spesa.

Oltre a questi casi, un’altra problematica potrebbe essere la correzione delle asimmetrie tra un seno e l’altro ma anche una differenza di volumi fra un seno e l’altro o, semplicemente, la mancata soddisfazione di un intervento precedente.

Come si esegue l’intervento di Mastoplastica additiva?

Per il posizionamento della protesi, si pratica una piccola incisione vicino al bordo inferiore dell’areola oppure sotto la piega sottomammaria. Per quanto riguarda il posizionamento viene stabilito secondo alcuni parametri di cui il chirurgo tiene conto e che possono essere: caratteristiche fisiche, peculiarità cutanee ed infine, il risultato che si vuole ottenere.

La protesi può essere posizionata in:

    • sede sotto ghiandolare: la protesi viene inserita sotto la ghiandola mammaria quando vi è uno spessore adeguato. Viene inserita sopra il muscolo e questa operazione è utilizzabile con protesi rotonde. Questo tipo di intervento è sconsigliato per le pazienti molto magre poiché sarebbe in evidenza il dislivello tra seno nuovo e quello vecchio;
    • sede sotto muscolare: la protesi è inserita dietro il muscolo grande pettorale. Si utilizza quando la ghiandola mammaria e la pelle del seno sono poche rappresentate e sottili;
    • sede parziale sotto muscolare: la protesi, viene posizionata dietro il muscolo pettorale, sfruttando anche la fascia del muscolo e la ghiandola mammaria. Questa applicazione rende il risultato più naturale possibile con un effetto di sollevamento del seno un po’ sceso.

Per il post-operatorio bisogna portare delle fasce elastiche per un paio di settimane e i punti vanno tolti dopo 7-14 giorni.